Il Museo

  • 5
  • 4
  • 2
  • 01

Inaugurato nel 1959 e completamente ristrutturato nel 1986-1987, ha sede nell’ala che collega il Palazzetto del Duca di Tursi e l’Ospizio de' Poveri (l'ingresso è situato a destra guardando la facciata del Santuario, al termine della rampa inclinata).

L’attuale Museo del Santuario, riallestito nel 2009, pur mantenendo nei suoi contenuti fondamentali l’allestimento realizzato negli anni Cinquanta, rappresenta un unico percorso costituito dallo storico Museo del Tesoro e dalla Sala Peluzzi, inaugurata nell’estate del 2008.

Per assicurare una maggiore e più efficace visibilità delle opere, si propone al visitatore di percorrere l’itinerario museale attraverso la percezione diretta dei pregiati doni offerti come segni di devozione alla Vergine. Il percorso si snoda attraverso cinque sezioni identificate secondo un criterio cronologico (Secoli XVI-XVII, Cella dei preziosi, Secolo XVIII, Secolo XIX, Ex-voto) e ci guida alla scoperta del grande patrimonio storico e artistico esposto.

Tra i tesori ivi custoditi, si possono annoverare: la Corona in oro e pietre preziose e la Collana appartenuta alla principessa Maria Anna di Savoia; i pregiati paramenti sacri; il raffinato servizio liturgico in argento donato da Mons. Agostino De Mari, nonché la collezione degli ex- voto segno della gratitudine di tutti coloro che hanno ricevuto grazie dalla Madonna di Misericordia.

09042015-DSC_9697-2

Vai alla pagina delle MOSTRE

Il Museo è aperto su prenotazione da effettuarsi ai seguenti recapiti:
tel: (+39) 019.83.31.21
tel: (+39) 348.53.46.486
e-mail: museodelsantuario@operesociali.it
e-mail: santuariomisericordia.sv@gmail.com